È uscito il nuovo album di Aphex Twin. Anzi no, perché è del 1994. Ma è talmente avanti che nessuno se ne sarebbe accorto. Ok, proviamo a fare un po' di chiarezza.Era dal 2001 che i fan di Aphex Twin aspettavano l'uscita di un album di inediti.

Drukqs infatti è stato l'ultimo lp realizzato dal genio della musica elettronica, che da allora ha fatto uscire solamente singoli ed ep sotto diversi pseudonimi.Nel 1994 sarebbe dovuto uscire un album, Caustic Window, che però non ha mai visto la luce. Almeno fino ad oggi. Caustic Window infatti era stato scartato dopo una prima stampa di prova. Solamente cinque vinili dell'album erano stati incisi e dopo vent'anni uno di questi è stato messo in vendita su eBay da un misterioso utente. Il forum di musica elettronica We Are The Music Makers ha promosso allora una campagna di crowdfunding su Kickstarter per acquistare il vinile e trasferirlo in formato digitale in file di alta qualità. La campagna è andata a buon fine: sono stati raccolti quasi 70mila dollari, ben oltre i 9300 dell'obiettivo minimo.Caustic Window è composto da 16 tracce, con titoli tipicamente "aphexiani": Squidge In The Fridge, Cunt, Stomper 101mod Detunekik. Alcune, come Phlaps eCunt, erano già apparse in compilation o dal vivo, ma l'intero lp è rimasto per vent'anni il Graal degli appassionati di musica elettronica.La cosa che colpisce immediatamente l'orecchio è che potrebbe tranquillamente essere un album del 2014, e anche di quelli innovativi. Da quando ha iniziato la sua carriera musicale nel 1992 con Selected Ambient Works 85-92, Aphex Twin ha rivoluzionato la musica elettronica portandola oltre i ristretti confini della sua nicchia underground e influenzando artisti anche molto distanti (non è un mistero che Kid A dei Radiohead si ispiri apertamente alle sue sonorità). Caustic Window non fa eccezione. I fan che da tredici anni aspettano un suo nuovo album possono ritenersi soddisfatti.


Informazioni sull'autore
Federico Durante
Author:Federico Durante
Caporedattore
Chi sono:
Giornalista di giorno, musicista di notte. In Cluster ho studiato chitarra elettrica, basso elettrico e batteria. Successivamente mi sono avvicinato da autodidatta allo studio del contrabbasso e del violoncello. I miei gusti musicali sono orientati a 360° da Liszt ad Apparat.