Ci fa cantare e ballare da un anno, prima con Get Lucky e Blurred Lines e ora con Happy. Dal Grande Fratello alla pubblicità della Red Bull a Cattivissimo Me 2, Pharrell Williams sembra il nostro nuovo compagno di viaggio.

Il disco G I R L contiene dieci pezzi, vanta interessanti collaborazioni e fa sentire l'esperienza decennale come produttore di successo di Williams.

Il disco si apre con la sezione di archi che apre Marylin Monroe. Dopo la sezione ritmica entra piano piano la voce che ti conduce con una serie di sovraincisioni al ritornello.Brand New è un duetto spumeggiante con Justin Timberlake. Hunter si basa su un riff ripetitivo e coinvolgente. Gush apre a nuove sonorità (alla Michael Jackson, grande ispiratore di Williams) caratterizzate da archi e cori.Happy (se non la conoscete passate un attimo da scuola) è un brano trascinante con un arrangiamento scarno e una batteria che si permette di aprire il charleston sul 4; un pezzo semplice destinato ad essere il singolo dell'album.Come Get It Bae è una collaborazione con Miley Cyrus, anche qui ripetitività e ritmo sono i cardini del pezzo. InGust of Wind ritroviamo i Daft Punk e ci si sposta un po' verso le atmosfere elettroniche.Lost Queen parte con un coro dalle sonorità afro che porta tutto il pezzo insieme alle percussioni. Nella seconda parte, come ghost track il suono del mare ci porta altrove in un pezzo diversissimo, Freq, in collaborazione con JoJo. InI Know Who You Are l'ospite alla voce è Alicia Keys, la sua presenza è il vero valore aggiunto del pezzo.It Girl chiude l'album riassumendone lo stile e le idee.

Undici pezzi in dieci tracce dalle sonorità molto interessanti, con idee ritmiche e arrangiamenti un po' più avanti rispetto alla media. I pezzi sono semplici ma coinvolgenti e la capacità innata di far ballare di Williams fa il resto. Atmosfere disco moderne, chitarre ritmiche semplici ma interessanti con strumenti ben a fuoco nel mix e una sezione ritmica semplice ma efficace. Insomma tutti ingredienti di successo. Le collaborazioni e le contaminazioni nella decennale esperienza da produttore di successo si sentono. Williams ha tenuto il meglio realizzando un disco che merita di essere ascoltato e acquistato.

Curiosità: insieme al lancio del singolo Happy è stata realizzata una playlist video di 24 ore con sempre lo stesso pezzo in sottofondo e un protagonista diverso per ogni esecuzione, per chi avesse tempo e voglia di vedersela la allego qui sotto.


Informazioni sull'autore
Emanuele Bazzotti
Author:Emanuele Bazzotti
Redattore
Chi sono:
Redattore ClusterNote