Il gruppo è di Las Vegas e l'album è uscito nel 2012 ma come al solito in Italia i prodotti ci arrivano un po' dopo.

Durante i Grammy Awards del 2014 gli Imagine Dragons hanno vinto i premi per la migliore canzone rock e la miglior esibizione rock, con il brano Radioactive (in rotazione qualche tempo fa nelle radio italiane) che apre l'album Night Visions, il primo disco con una major che li ha fatti conoscere al mondo piazzando i brani in diversi prodotti correlati (colonne sonore, spot pubblicitari, videogiochi). Radioactive è inoltre stata proclamata migliore hit rock del 2013 dalla rivista Rolling Stone e MTV ha premiato gli Imagine Dragons come migliore band emergente. Ora li conosciamo per il loro secondo singolo: Demons.

Il disco (di cui esistono due versioni di cui una deluxe con più brani) spazia dal rock all'elettronica. Contrariamente all'ideale comune che definisce gli Imagine Dragons un gruppo alternative/indie, qui di alternativo e indipendente c'è poco. C'è invece un'ottima capacità di vestire canzoni pop con arrangiamenti che vanno dalla dance-pop all'indie rock. A quanto pare questo sembra il momento giusto di tirare fuori dai cassetti arrangiamenti che andavano di moda qualche anno fa. Mettici qualche mossa di marketing ben organizzata e dato il buon materiale di partenza il successo è assicurato anche a due anni dalla prima pubblicazione.

È un disco che mette insieme sapientemente brani da stadio ed elettronica. Chitarre, cori e sintetizzatori ben miscelati fra loro per un disco energico che non annoia mai malgrado le venti tracce della versione estesa.


Informazioni sull'autore
Emanuele Bazzotti
Author:Emanuele Bazzotti
Redattore
Chi sono:
Redattore ClusterNote