Stef Burns è un grande chitarrista rock statunitense con un curriculum di tutto rispetto (Alice Cooper, Michael Bolton, G3) e un suono da fare invidia a tutti i chitarristi. In Italia è conosciuto per essere il chitarrista di Vasco Rossi e il marito di Maddalena Corvaglia ma questo a noi interessa di meno.

La Stef Burns League vede nei suoi componenti Juan van Emmerloot (batteria), Roberto Tiranti (basso) e Fabio Valdemarin (chitarra/tastiere). Quest'ultimo fra l'altro milita nella Tom's Family insieme al nostro insegnante di batteria Leif Searcy.

What Does'n Kill Us apre il disco facendo capire dove andremo a parare: un adult oriented rock raffinato e potente, con molte chitarre elettriche. Ipotesi dimostrata in Something Beautiful anche se si tratta di una ballad addolcita da chorus e tastiere. Miracle Days collega benissimo i due mondi che la compongono: una strofa intima e scarna e un ritornello trascinante. Home Again è un'altra ballad che parte acustica con l'inserimento di strumenti classici per poi esplodere con un bellissimo solo di chitarra rock. Paper Cup è un po' più sbarazzina che strizza l'occhio al funk. Cover You è più blues con un bel riff di chitarra per poi prender quota con una bellissima sezione ritmica. Sky Angel è uno strumentale in cui Stef ci delizia con un assolo bellissimo sopra un tappetone di pad. Heaven In Blue ci trascina con il suo ritmo. Root & Wings apre con un bell riff per poi caricarsi con una bella sezione ritmica. Us è un altro brano strumentale ritmato che si appoggia su una interessante armonia suonata al piano. Paticience chiude il disco ambientandosi in Inghilterra, lasciandoci più che soddisfatti.

Un disco di un chitarrista non solo per chitarristi. La moda e l'influenza americana si sentono e sono un valore aggiunto. L'esperienza di Stef produce un disco maturo e godibile dall'inizio alla fine da un pubblico eterogeneo.


Informazioni sull'autore
Emanuele Bazzotti
Author:Emanuele Bazzotti
Redattore
Chi sono:
Redattore ClusterNote