L'hanno già fatto in tanti: i Metallica, i Kiss e, in tempi non sospetti, i Deep Purple. Suonare con un'orchestra sinfonica tutta per sé sembra un'irresistibile tentazione per gran parte del rock mainstream.

Ma per gli Who il 2014 non è un anno qualsiasi: la band inglese – i suoi superstiti, perlomeno – festeggia quest'anno il 50esimo anniversario di carriera musicale.

Per farlo in grande stile Pete Townshend ha pensato bene di ingaggiare la Royal Philarmonic Orchestra per registrare una versione sinfonica dell'album Quadrophenia, in uscita a giugno 2015. Il titolo? Classic Quadrophenia, per non lasciare dubbi. L'etichetta sarà nientemeno che la Deutsche Grammophon.

Il disco uscì nel 1973 ed era pensato dagli Who come "opera rock", cioè un concept album sulla scia del celebre Tommy del 1969. Quadrophenia diventerà poi la colonna sonora dell'omonimo film, punto di riferimento fondamentale per il movimento dei mods.

"Molte grandi orchestre sinfoniche – spiega Townshend – hanno difficoltà perché il loro pubblico sta invecchiando e i più giovani preferiscono cose più leggere, come le colonne sonore dei film. Io penso che Quadrophenia possa ringiovanire le loro audience e attirare persone che altrimenti non andrebbero a vedere l'esibizione di un'orchestra sinfonica".

Il grande assente sarà il cantante Roger Daltrey, sostituito dal tenore Alfie Boe. Ma comunque non vediamo l'ora di trovare gli Who accanto a Mozart e Beethoven nel catalogo della Deutsche Grammophon.

 

Informazioni sull'autore
Federico Durante
Author:Federico Durante
Caporedattore
Chi sono:
Giornalista di giorno, musicista di notte. In Cluster ho studiato chitarra elettrica, basso elettrico e batteria. Successivamente mi sono avvicinato da autodidatta allo studio del contrabbasso e del violoncello. I miei gusti musicali sono orientati a 360° da Liszt ad Apparat.