Sono un appassionato di Formula 1 e in questi giorni si ricordano i venti anni dalla scomparsa del grande Ayrton Senna. So che il nostro non è un blog di sport motoristici, però credo che in qualche modo c'entri anche con noi e con la nostra musica.

La sua scomparsa venti anni fa ha colpito tutti, facendoci interrogare sulla nostra esistenza.

Credo che il mondo dei piloti e quello dei musicisti abbiano molti aspetti in comune. Entrambi giriamo il mondo correndo sulla nostra strada a volte troppo in fretta per le nostre capacità, ci interroghiamo su quello che facciamo, se lo facciamo per i soldi o per inseguire un sogno, per essere qualcun altro o essere sempre di più noi stessi. E non potremmo fare altro nella vita. Il mondo vede lo spettacolo da fuori ma solo noi sappiamo tutto quello che ci sta dietro, gli insuccessi, le fatiche, le notti insonni, il sentimento di sentirsi inadeguati.

La vicinanza fra questi due mondi è stata in qualche modo suggellata da un grande artista come Lucio Dalla, proveniente non a caso dalla terra dei motori, che è riuscito a interpretare l'uomo Senna come nessun altro. La canzone Ayrton è l'ennesimo ponte fra musica e motori e si conclude con un bellissimo assolo di chitarra del grande Ricky Portera.


Informazioni sull'autore
Emanuele Bazzotti
Author:Emanuele Bazzotti
Redattore
Chi sono:
Redattore ClusterNote