Uno dei problemi principali della chitarra e del basso è l'intonazione lungo il manico. Anche se la corda suonata a vuoto è intonata perfettamente con l'accordatore, lungo il manico le note sono imprecise, specialmente oltre il dodicesimo tasto.

Gli strumenti a corda montano corde di pari lunghezza ma di diverso spessore. La distanza fra tasti è determinata matematicamente con un modello che non tiene conto di molte caratteristiche della corda che determinano l'intonazione: massa, spessore, tensione, materiale con cui è fatta, se è avvolta o no.

Di solito per ovviare il problema si regolano le ottave. Allungando o accorciando le corde tramite le sellette (magari facendolo fare ad un liutaio esperto) un po' le cose si sistemano ma è sempre una soluzione di compromesso; non si risolve il problema della diversa lunghezza che dovrebbero avere i tasti.

Il sistema True Temperament consiste nel montare tasti incurvati secondo i diversi fattori, generando così una diversa lunghezza per ogni corda e per ogni tasto, migliorando l'intonazione su tutto il manico. Esistono diverse curvature di tasti, ognuna ottimizzata per le tonalità e il genere che suoniamo (rock, jazz, nu metal eccetera).

Il sistema funziona con scalature di corde standard (con piccole variazioni) e continua a funzionare anche se accordiamo tutto un semitono sotto o sopra. Molti chitarristi hanno seguito la filosofia del True Temperament: Steve Vai, John McLaughlin, Mattias IA Eklundh, Dweezil Zappa solo per citarne alcuni. Se dovete sostituire il manico della vostra chitarra, fateci un pensierino!


Informazioni sull'autore
Emanuele Bazzotti
Author:Emanuele Bazzotti
Redattore
Chi sono:
Redattore ClusterNote