Quando si parla di pedali per chitarra, vuoi per la storia di 35 anni, vuoi per la capillare distribuzione nei negozi, vuoi perché li suonano i nostri chitarristi preferiti o perché "ce l'ha il mio amico e lo volevo anche io" alla fine si pensa sempre al marchio Boss.

Al NAMM 2014 sono stati presentati due nuovi modelli: DS-1X e OD-1X. Si tratta di un distorsore e di un overdrive che si rifanno a due storici modelli della casa. Sebbene sembrino in tutto simili ai pedali precedenti, fra i circuiti si insedia la tecnologia digitale Multi-Dimensional Processing che, a detta di Boss, permette di raggiungere prestazioni precluse ai pedali analogici grazie a un processo digitale interno guidato da un potente DSP; l'evoluzione della storica tecnologia COSM, insomma. L'estetica si è evoluta con delle manopole cromate in sostituzione di quelle classiche nere. Rispetto ai predecessori hanno un doppio controllo di tono (uno per i bassi e uno per gli alti) che potrebbe tornare davvero utile per ricercare il proprio suono, specie quando si utilizzando chitarre diverse durante la stessa performance.

Il DS-1X vuole catapultarci nel futuro con un nuovo suono ricco, chiaro e dinamico su tutto il manico, su tutte le corde e suonando anche più corde contemporaneamente senza armoniche indesiderate.

L'OD-1X vuole essere un overdrive nuovo, con una estensione di frequenze più estesa. Promette un suono trasparente in grado di generare note senza difetti, grasse e ricche come non mai sulle ritmiche quanto negli assoli.

Le clip audio sul sito della Boss ci stimolano l'appetito, anzi ci provocano un attacco di GAS (Gear Acquisition Syndrome), la versatilità del DS-1X è davvero strabiliante e il suono dell'OD-1X davvero particolare per un overdrive.

Non ci resta che aspettarli sugli scaffali dei negozi di musica, così da poterli giudicare con le nostre chitarre e amplificatori preferiti. Noi chitarristi si sa siamo spesso scettici di fronte alla parola "digitale", saremo capaci di preferire questi nuovi pedali agli storici DS-1 e OD-1?

Informazioni sull'autore
Emanuele Bazzotti
Author:Emanuele Bazzotti
Redattore
Chi sono:
Redattore ClusterNote