Uno dei miei brani preferiti è Lo Scrutatore Non Votante di Samuele Bersani, primo singolo dell'album L'aldiquà del 2006. Il brano scherza su chi non si schiera mai pur di non compromettersi. È immediato chiedersi «ma come, fai lo scrutatore e non voti?».

Secondo me il testo offre numerosi spunti sul nostro modo di affrontare la vita e, per i musicisti, di affrontare la musica.

Ecco alcuni passi del testo riferiti allo scrutatore non votante:

"È come un ateo praticante"
"Un cantante che non ascolta mai la musica"
"Prepara un viaggio ma non parte"
"Ha collegato la stampante ma non spedisce mai una lettera"
"Poteva essere farfalla ma è rimasto una crisalide"

Mi chiedo: noi siamo artisti o musicisti non suonanti? Voglio dire, ci preoccupiamo di tecnica, armonia, scale e accordi, ma pensiamo alle cose più importanti: a fare musica, a suonare, a trasmettere emozioni?


{source}
<script language="javascript" type="text/javascript">
function credit_img(){
var cusid_ele = document.getElementsByClassName('img_caption');
cusid_ele[1].innerHTML = '© Chiara Marra presa da Flickr [<a href="https://www.flickr.com/photos/chiaramarra/1113795877/" target="_blank">https://www.flickr.com/photos/chiaramarra/1113795877/</a>]';
}
window.onload=credit_img;
</script>
{/source}

Informazioni sull'autore
Emanuele Bazzotti
Author:Emanuele Bazzotti
Redattore
Chi sono:
Redattore ClusterNote