Ogni chitarrista che si rispetti deve provare almeno una volta nella vita a suonare l'ukulele.

Mi ricordo che verso i diciannove anni quando io ci provai per la prima volta trovai difficoltà perché molte diteggiature di accordi erano identiche alla chitarra, però riferite ad un'altra nota fondamentale. Ad esempio l'accordo di SOL sull'ukulele si fa come il RE sulla chitarra. Troppa confusione in testa per studiare due strumenti insieme, quindi abbandonai.

Di recente ho ripreso a suonarlo con più serietà, e il motivo del mio abbandono di anni fa è lo stesso del mio ritorno allo studio. Una volta che immagini l'ukulele come una chitarra con solo le prime quattro corde e il capotasto al quinto tasto è fatta, o quasi.

Per via del suono con un sustain molto corto l'ukulele è quasi esclusivamente uno strumento di accompagnamento, però non mancano artisti che si cimentano in scale e assoli. Le canzoni assumono un sound tutto loro, particolare e divertente.

Al giorno d'oggi abbiamo una fonte di didattica per ukulele gratis e immediata: YouTube. Adesso sì che ogni chitarrista che si rispetti deve provarci.


Informazioni sull'autore
Emanuele Bazzotti
Author:Emanuele Bazzotti
Redattore
Chi sono:
Redattore ClusterNote