Per molti è la chitarra più bella del mondo e nel 2014 compie 60 anni. È la Fender Stratocaster, una delle chitarre più suonate nel mio corso di chitarra grazie anche al contributo di molti chitarristi famosi che hanno contribuito alla costruzione del mito.

Dal 1954 ad oggi la musica ha fatto passi da gigante ma la Stratocaster è rimasta pressoché uguale a sé stessa, come se fosse a posto così già dall'inizio. Non è stato il primo modello Fender (è infatti preceduta dalla Telecaster e dal Precision Bass) ma grazie al suo design innovativo e sempre attuale è diventata il modello di riferimento per il marchio Fender e per tantissimi musicisti.

È stata protagonista del fenomeno del rock'n roll, esploso a fine anni '50, ed è stata il cuore pulsante del suono surf negli anni '60, terminati con Jimi Hendrix che le dava fuoco alla fine dei suoi concerti. Negli anni '70 il successo continuava sotto le mani di Eric Clapton, dei Deep Purple e dei Pink Floyd. Se negli anni '80 è stata perfetta per la dance, negli anni '90 è tornata la protagonista del rock con i Nirvana, i Red Hot Chili Peppers e gli Smashing Pumpkins. Nel nuovo millennio gli Strokes e John Mayer l'hanno traghettata fino ad oggi. E sono certo che fra dieci anni saremo qui a festeggiare il settantesimo anniversario.

Insomma la Stratocaster è un mostro di versatilità, sempre nuova e sempre la stessa. Buon compleanno da tutti noi!


Informazioni sull'autore
Emanuele Bazzotti
Author:Emanuele Bazzotti
Redattore
Chi sono:
Redattore ClusterNote