La musica: un fil rouge che ci lega

Cari allievi, genitori e amici,
si avvicina il Natale e la fine di un anno che è stato particolarmente complicato.

Abbiamo vissuto tutti momenti di tristezza, ansia, solitudine, ma c’è stato un fil rouge in grado di tenerci vicini e uniti: la musica. Siete stati in tanti, praticamente tutti, a seguirci nel 2020 in qualunque modo: dal vivo, nel breve periodo in cui è stato possibile, e soprattutto online, adattandovi prontamente a questo nuovo format virtuale di stare insieme.

Mi sono domandata spesso come mai la musica possa avere questa forza dinamica di collante per tutti noi. La risposta è stata immediata. Il valore terapeutico della musica è ormai indiscusso e mai, come in questo momento, ha senso parlare di ormoni del benessere che la musica alimenta. Chiunque abbia la possibilità di esercitare la propria voce con il canto o di applicarsi all’esercizio di uno strumento musicale si sente meglio. Fare musica piace, perchè fa stare bene, ci rende felici. Quando il suono si sviluppa dentro di noi e poi esce, cantando o suonando, manteniamo il cervello attivo aiutandoci contro la depressione e la malinconia. Come è possibile? Che la musica abbia questa funzione ansiolitica, calmante e energizzante allo stesso tempo? Dopamina, ossitocina, endorfine sono tutti ormoni che si alimentano facendo musica. Ormai è scientificamente provato. Ormoni che alimentano il nostro benessere sia da un punto di vista psicologico sia emotivo.

Edith Piaf diceva che cantare è un mezzo per andare lontano.
Vero: quando si suona, o si canta, la mente vola. E mai come in questo momento ne abbiamo bisogno.

Finisco, quindi, con un ringraziamento nell’averci seguito in questi mesi complicati, ma anche con la certezza che questo vi abbia creato benessere e gioia. “Canta che ti passa” è un detto popolare che come sempre ha le sue radici di verità: cantare e fare musica è un processo creativo che fa bene alla salute e alla psiche.  Vi auguro di continuare a farlo con allegria e divertimento!

Vicky Schaetzinger
Direzione


La nostra Cluster non esisterebbe senza il prezioso apporto e supporto di:
Massimo Dall’Omo, Chiara Costantino, Luca Gazzaniga, Alberto Meloni, Alessandro Usai, Alice Baccalini, Andrea Rapisarda, Antonello Fiamma, Barbara Comi, Claudia Cantisani, Cristina Alia, Daniela Rando, Daniele Cabassi, Daniele Moretto, Emanuele Delucchi, Enrico Santangelo, Felice Del Vecchio, Francesca Tourè, Francesco Tolomio, Giacinto Livia, Giorgio Pierri, Giuliano Dottori, Hernan Fassa, Leif Searcy, Marco Torresan, Marco Mariniello, Maria Antonazzo, Martino Pellegrini, Massimiliano Teora, Mauro Sansone, Monica Cerri, Moreno Falciani, Natalija Gashi, Paola Dell'Erba, Patrizia Conte, Piero Basilico, Rob Lopez, Samuele Martinelli, Silvia Conte, Tatiana Larionova, Valentino Finoli, Vincenzo Angrisani ai quali va il mio ringraziamento per l'amore e la cura con cui svolgono il proprio lavoro.

Vicky Schaetzinger
Author: Vicky Schaetzinger
Direttrice della Scuola di Musica Cluster. Musicista a livello internazionale e didatta di grande esperienza che oggi si dedica interamente alla crescita e direzione della scuola.

Copyright © 2021 Scuola di Musica Cluster. Music S.r.l. - via Mosè Bianchi 96 20149 Milano - Tel. +39 02 87367858