Le bionde trecce, gli occhi azzurri, e … “TTOING!!” … il mi cantino schizza furiosamente nell’aria, lasciandovi amarezza e delusione. Brutta storia. Poco male, era già da qualche mese che le corde davano segni di stanchezza, mettiamoci di buzzo buono e sostituiamo tutto il set.

Le corde della chitarra classica sono forse le più difficoltose da cambiare: ci vogliono alcuni accorgimenti per far sì che tengano bene la tensione e l’accordatura.

Il primo passo, naturalmente, è rimuovere tutte le corde vecchie. Ci vorrà un po’ di pazienza, spesso sono molto aggrovigliate.

Prendiamo il nuovo set di corde di nylon – tensione media va benone – e inseriamo la prima, cioè il Mi basso, nel foro del ponte dall’interno della chitarra verso il fondo della cassa. Facciamo sporgere un pezzo di corda di circa 10 centimetri, lo facciamo passare sotto alla base della corda e lo assicuriamo sotto a se stesso facondo in modo che si auto-blocchi nella parete verticale del ponte, come nella foto qui sotto. Poi tagliamo l’eccesso.

 

clu4

 

Facciamo la stessa cosa per e altre corde, praticando tre giri invece di uno per le tre corde più alte. Questo impedirà loro di scivolare e di svolgersi con la tensione.

Una volta fissate le corde al ponte, la parte più complessa è assicurarle alle meccaniche.

Tendiamo leggermente la corda per stringere il nodo al ponte e inseriamo l’altra estremità nel foro della meccanica, che per comodità avremo portato in posizione verticale. Così facendo la corda spunterà dal retro della paletta. Prima di fare il prossimo passo tiriamo un po’ la corda, giusto per portarla a una tensione lieve, quello che riusciamo a fare con una mano. Le corde in nylon sono molto elastiche e avranno bisogno di molti giri sulla meccanica prima di prendere l’accordatura: per questo motivo, minore sarà la lunghezza della corda da mettere in tensione, più semplice sarà il lavoro successivamente. Dunque, prendiamo lo spezzone di corda che ci spunta dal sotto della meccanica e rigiriamolo verso l’alto attraverso la meccanica facendogli compiere una sorta di “esse” intorno ad essa, come nell’immagine qui sotto:

 

clu1

Rigiriamo la corda sulla parte superiore della meccanica e facciamo passare sotto al punto appena precedente all’innesto della corda nella meccanica, così:

 

clu2

Ora tiriamo la corda fino a farla auto bloccare sotto a se stessa.

 

clu3

Giriamo l’ingranaggio della meccanica fino a mettere in tensione la corda. Ci vorranno un paio di giri. Poi accordiamo senza precisione, giusto per dare alla corda la tensione corretta.

Facciamo lo stesso per le altre cinque, tagliamo gli eccessi con un tronchese e il gioco è fatto. Servirà riaccordare molte volte la chitarra nei giorni successivi a causa della particolare elasticità delle corde di nylon.

E ora possiamo continuare con i nostri amati giri di Do, fino alla prossima corda rotta!

 

Rossella, oltre che una brava musicista della Scuola di Musica Cluster, è anche un'ottima liutaia. Se da solo proprio non ti raccapezzi con il setup della tua chitarra, o se vuoi rifarti gli occhi con le sue splendide creazioni artigianali, ti consigliamo di visitare la sua pagina Facebook o il suo sito web.

 

 

Questo articolo ti è stato utile? Leggi anche:

Guitar for Dummies: come cambiare le corde alla chitarra elettrica

Guitar for Dummies: come cambiare le corde alla chitarra acustica

Informazioni sull'autore
Rossella Canzi
Author:Rossella Canzi
Website:http://rossliuteria.com
Redattrice
Chi sono:
Costruttrice, riparatrice, customizzatrice e amante di tutti gli strumenti a corda e a percussione